Approfondimento: Il Growth Mindset

Una Brevissima premessa

Ci siamo domandati, fin dal primo giorno di questa pandemia, quali strade intraprendere per aiutare noi e i nostri clienti nella difficile impresa di superare questa drammatica situazione. Dai primi giorni, quindi, abbiamo osservato il trascorrere degli eventi, abbiamo provato da spiegarci le dinamiche ed i cambiamenti che stavano avvenendo e poi abbiamo reagito. (Se è la prima volta che approdi su questa Guida, LEGGI QUI)

La mentalità con la quale affronterai questa situazione determinerà il raggiungimento degli obiettivi a breve e lungo termine.

Cos’è il Growth Mindset?

Nel primo capito di questa guida abbiamo considerato l’importanza del Mindset personale e di quello aziendale. Senza la volontà di cambiamento e senza la capacità di tradurre in azioni concrete e verificabili il nostro “rinnovato Mindset Aziendale”, sarà praticamente inutile riflettere su tutti quegli elementi che potrebbero aiutarci ad uscire indenni, o forse rafforzati, da questa grave crisi.

Ogni scelta che facciamo, o che semplicemente evitiamo di fare, determina il futuro che avremo.

Il tuo mindset determina la tua risposta di fronte alle situazioni e agli eventi che ti si presentano, è il tuo modo di agire e di reagire in determinate circostanze. Così Carol Dweck, psicologa della Stanford University, definiva il concetto di mentalità (mindset).

Se è vero che la mentalità è frutto della crescita personale, delle esperienze vissute, della cultura e dell’educazione ricevuta, è pur vero che non è determinata esclusivamente da “agenti” esterni. Noi possiamo, con la sola nostra forza, allenare la nostra mentalità alla crescita e al successo. Questo è il Growth Mindset.

Fixed Mindset o Growth Mindset? Questo è il dilemma

Carol Dweck, durante i suoi studi, è riuscita a delineare due diversi tipi di mentalità: il Fixed Mindset, ovvero la mentalità statica e il Growhth Mindset, ovvero quella orientata alla crescita.

Il fixed mindset è vissuto quando si ha paura di affrontare nuove sfide, di esplorare terreni nuovi e quindi sconosciuti, oppure quando si ha la credenza che le proprie capacità e competenze siano statiche, come scolpite nella pietra e quindi impossibili da accrescere e aumentare in numero e qualità.

Parliamo del Growth Mindset

Abbiamo già detto che il Growth si verifica quando si è portati e proiettati alla crescita personale. In particolare possiamo rilevare alcuni aspetti peculiari quali:

  • Volontà e capacità di accrescere le proprie competenza
  • Saper accogliere i cambiamenti del tempo
  • Vivere il fallimento come occasione per la propria crescita
  • Potenzialità in costante crescita
  • L’errore è visto come un modo per imparare ed apprendere
  • Non è sinonimo di maggiori introiti. E’ un atteggiamento personale che prevede anche il fallimento o il cambio di direzione
  • E’ vissuto dalle persone, non dalle aziende. Le aziende non parlano, non ragionano… sono i leader, i lavoratori che lo fanno!
  • Non è una capacità innata. Ognuno può allenarsi per migliorarlo

Chi sceglie e agisce, può sbagliare

Altro elemento fondamentale è la voglia e la capacità di scegliere. Senza scegliere di agire potrai sbagliare, ma neanche avanzerai di un solo passo! Metti quindi in conto il fallimento. Se fai, puoi sbagliare, ma è così che sperimenti, impari, oltrepassi il terreno conosciuto e punti alla vittoria.

Come allenarsi al Growth Mindset

Impara dagli errori. Se ti blocchi dopo una sconfitta, nel migliore dei casi, resterai li fermo, con la tua crisi. Trasforma invece quell’errore in un successo.

Studia sempre. Quando inizierai a sentirti arrivato, non sarai più capace di vivere la realtà in modo attivo e competente. Leggi libri, articoli, guarda video…

Supera i tuoi limiti. Sai fare bene quella cosa? Bene, ora prova ad andare oltre, magari su altro, imparando da chi ne sa più di te, da chi ha altre esperienze di vita.

Sfide? Il pane quotidiano. Ogni giorno possiamo accogliere una piccola o grande sfida. In alcune occasioni, dobbiamo dire, le sfide potrebbero essere molto impegnative e li, l’unica cosa che non possiamo permetterci di fare…è restare immobili.

Prova a chiedere agli altri cosa pensano di te. Difficile vero? Già. Una mentalità volta alla crescita non ha timore del giudizio degli altri. Quale miglior modo per ricevere feedback imparziali che ti aiuteranno certamente nell’individuare nuovi stimoli ed obiettivi?

Come applicare il Growth Mindset nella tua Azienda

Parliamoci chiaramente. Oggi, per le imprese, la vita non è facile. Non lo era 4 mesi fa, quando tutto procedeva nella “normalità”, ma oggi, a 80 giorni dall’inizio della pandemia mondiale, la situazione è profondamente diversa. Oggi è impensabile, per qualunque piccola impresa, superare questa fase senza dinamismo e senza rischio. Ma di quale rischi parliamo? Non voglio entrare qui, in questa seda, nel merito di discorsi finanziari o di altri problemi simili, ma voglio concentrarmi su quei territori inesplorati e sconosciuti di cui parlavamo poco fa. Lo faccio per un motivo su tutti: la liquidità potrà anche arrivare e nel brevissimo periodo, le imprese, potrebbero avere la sensazione di poter andare avanti come se nulla fosse, ma poi? Il mondo sarà cambiato, per mesi, forse per anni e tutta la catena produttiva aziendale si rivelerà inadatta, inadeguata a quei terreni nuovi, magari pieni di opportunità, ma pur sempre nuovi!

Allora i leader, primi su tutti, non potranno fare altro che intingere le mani e i piedi in quei terreni, analizzando i cambiamenti, valutandone le opportunità e cercando di anticipare i trend e le richieste del mercato.

I Leader dovranno diffondere fiducia, voglia di affrontare le sfide ed attivare un nuovo dialogo con i propri collaboratori e con tutte le risorse aziendali.

Tutto ciò…da oggi!

Commenta con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.